GIARDINI DELLA TUSCIA

PREZZO

Prezzo a partire da € 299.00.

Il tour è personalizzabile in base alle esigenze del tuo gruppo.

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • 4 notti presso Hotel**** con un trattamento di Pernottamento e Prima Colazione;
  • Tutte le Cene;
  • 1 Pranzo in Ristorante nelle vicinanze del Castello Ruspoli;
  • 1 Pranzo in Ristorante tipico di Bagnaia;
  • 1 Pranzo in Ristorante tipico di Bracciano;
  • 1 Pranzo in Ristorante tipico di Bolsena;
  • Servizio di Guida parlante Italiano per tutta la durata del tour;
  • Assistenza Promotuscia;
  • Assicurazione medico-bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”;

HOTEL

  • Hotel Balletti Palace**** – Viterbo
ITINERARIO

LE FAMIGLIE NOBILI DELLA TUSCIA

Giorno 1

Partenza da Roma Fiumicino o da Roma Termini. Arrivo in Tuscia e sistemazione alberghiera. Incontro con la guida turistica selezionata PromoTuscia.
Visita guidata di Viterbo attraverso i suoi scorci medievali: il fascino suggestivo di un antico centro storico ancora perfettamente intatto.
Il tour inizia dal Palazzo Comunale con i suoi affreschi della Sala Regia. Altri notevoli luoghi sono: Piazza del Gesù, l’antico centro politico della città del XIII secolo; Piazza della Morte e la sua caratteristica fontana a “fuso” (denominata così a causa della forma floreale del cuspide) costruita nel XIII secolo; Palazzo Farnese; la famosa Piazza S. Lorenzo con la sua cattedrale e il bellissimo Palazzo Papale, simbolo della città e la casa di Valentino Della Pagnotta.
Il tour continua con la chiesa di S. Maria della Verità e il suo delizioso chiostro.
L’itinerario termina con il quartiere di S. Pellegrino, con i deliziosi vicoli, le case antiche, i caratteristici profferli e le botteghe degli artigiani locali.
Rientro in Hotel, cena  pernottamento.

Giorno 2

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Bagnaia con bus privato per visitare Villa Lante. I magnifici giardini all’italiana rappresentano l’elemento centrale che unisce alle Palazzine Gemelle, lo storico edificio rinascimentale suddiviso in due parti che è perfettamente integrato nel verde.
Di grande fascino è la monumentale Fontana dei Quattro Mori, disegnata dal Vignola. Le altre numerose fontane, teatro di armoniosi giochi d’acqua si susseguono sulla collina del parco. Pranzo in locale tipico della zona.
Trasferimento a Caprarola per visitare Palazzo Farnese, costruito tra il 1559 e il 1575 che con il suo meraviglioso parco fa da cornice allo splendido edificio storico, ideato dal Vignola per consacrare il potere della famiglia Farnese. All’interno è possibile ammirare i muri affrescati e decorati dai fratelli Zuccari e da altri famosi esponenti del manierismo italiano e europeo.
Rientro Hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3

Colazione in Hotel e partenza per Bomarzo per visitare il Sacro Bosco.
Il parco dei Mostri di Bomarzo fu realizzato dall’architetto Pirro Gregorio (che completò anche San Pietro dopo la morte di Michelangelo) su commissione del Principe PierFrancesco Orsini. Il Parco fu creato nel 1552 come “Villa delle Meraviglie” (villa dei splendori) con l’intento di creare un capolavoro unico al mondo. Fino al 1954 il parco cadde praticamente nel dimenticatoio ma Il Signor Giovanni Bettini lo acquistò e grazie alla sua passione e la sua dedizione lo riportò al suo antico splendore.
Trasferimento a Vasanello per visitare il Castello Orsini Misciattelli. La costruzione del castello di Vasanello iniziò nel 1278 da Orso Orsini, il quale possedeva anche le vicine Palazzolo e Colle Casale. Altre prestigiose famiglie nobile fecero la storia di questo castello come i Rovere e i Colonna.
Questi ultimi ne furono i proprietari fino all’inizio del XVIII secolo con il titolo di Duchi di Vasanello. Con il susseguirsi dei matrimoni di interesse, il castello passò ai Barberini e nel 1787 Urbano, un membro di questa famiglia lo ereditò assieme al principato di Carbognano. Il castello fu posseduto dai Barberini Colonna di Sciarra fino alla fine del diciannovesimo secolo quando fu donato alla Banca d’Italia che lo vendette nel 1907 a Monsignor Luigi Misciattelli, che avviò immediatamente i lavori di ristrutturazione del vecchio edificio.
Pranzo in ristorante situato nella zona.
Nel pomeriggio partenza per Vignanello per visitare il Castello Ruspoli. Il territorio di Vignanello e il suo castello, fu per secoli motivo di contesa tra le famiglie Vico, Aldobrandini, Orsini, Borgia e Naldini. La situazione si risolse nel 1531 quando il Papa Clemente VII garantì il feudo a Beatrice Farnese. Dopo il matrimonio tra Ortensia, la figlia di Beatrice e Sforza Marescotti, il feudo passò ai Marescotti e Sforza divenne il primo conte di Vignanello. Il conte iniziò la costruzione del castello fino al 1538, l’anno della sua morte. Il figlio di Ortensia Vicino Sforza continuò il lavoro del padre e dopo il suo matrimonio con Vittoria Ruspoli diede origine a una nuova famiglia sotto il nome di Marescotti Ruspoli. A causa di questo Vignanello durante i secoli venne governata dai membri di questa famiglia fino al 1816, quando lasciarono il feudo mantenendo il possesso di numerose proprietà fino ai giorni nostri, tra le quali per l’appunto il Castello di Vignanello.
Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

Giorno 4

Colazione in Hotel e partenza per Bracciano alla volta del Castello Odescalchi.
E’ considerata una delle più belle fortezze feudali d’Europa ed è estata realizzata nella seconda metà del ‘400. La costruzione è una miscela di architettura civile e militare. Il museo è centro amministrativo e rappresentativo delle importanti famiglie che lo possedettero nell’arco di 600 anni di storia; testimonianze visibili sono le antiche armi, i mobili, i quadri, i libri, i manoscritti, le decorazioni e gli affreschi.
Pranzo in ristorante di Bracciano.
Nel pomeriggio tappa a Oriolo Romano per visitare il Palazzo Altieri, con la sua originale collezione di ritratti papali. Già Palazzo Santacroce (poi Altieri), fu costruito tra il 1578 e il 1585. La tradizione vuole che Jacopo Barozzi, conosciuto come il Vignola fosse stato l’ideatore del palazzo oltre che dell’intero assetto urbano; rimane comunque un dato incerto a causa della sua morte avvenuta nel 1573. Il palazzo arrivò ad assumere l’attuale aspetto tra il XVII e il XVIII secolo grazie alla famiglia Altieri sotto la direzione dell’architetto Carlo Fontana che avviò degli importanti lavori di restauro. Interessanti gli affreschi che si trovano all’interno, alcuni dei quali effettuati dalla scuola degli Zuccari.
Al termine della visita, rientro in Hotel, cena e pernottamento.

Giorno 5

Prima colazione in Hotel.
Partenza da Viterbo dopo il check out.
Arrivo a Bolsena e incontro con la guida. Visita al Palazzo del Principe del Drago a Bolsena, un elegante dimora rinascimentale davvero suggestivo. All’interno un notevole ciclo di affreschi del manierismo anteriore alla scuola dei Zuccari. Caratteristico è anche il giardino terrazzato da cui si gode una splendida vista del lago di Bolsena.
Pranzo in un locale tipico del lago.
Trasferimento a Roma Fiumicino o Roma Termini e fine dei servizi.