TOUR E VISITE GUIDATE IN TUSCIA

VISITARE IL CUORE MEDIEVALE DI VITERBO E IL SUO COMPRENSORIO

Prezzo visita guidata  per gruppi a partire da € 3.50 a persona.

Il tour è personalizzabile in base alle esigenze del tuo gruppo.

GASTRONOMIA NEL CUORE MEDIEVALE DI VITERBO

La nostra proposta gruppi  nel centro storico di Viterbo: locale tipico situato nella quartiere medievale della città dei Papi. l’ideale per un pranzo, una degustazione o una cena prima o dopo una visita nel cuore di Viterbo.

Prezzo a partire da € 15.00 per persona.

ITINERARIO

IL CUORE MEDIEVALE DI VITERBO

Il fascino suggestivo di un centro storico intatto attraverso le vicende della città tra storia e leggenda.

 

Scopri di più sul cuore medievale di Viterbo

Il centro storico di Viterbo rappresenta uno degli esempi più tipici di architettura medievale.

Il quartiere San Pellegrino, in particolare, con le caratteristiche case costruite sul tufo, racchiude un affascinante susseguirsi di scorci incantevoli. Al centro del quartiere si apre l’omonima piazza, su cui affacciano una chiesa e il maestoso edificio del Palazzo degli Alessandri. Costruito verso la prima metà del XIII secolo da parte della potente famiglia degli Alessandri, l’edificio è a tre piani e presenta un’interessante variante del tipico profferlo viterbese, che invece di essere realizzato all’esterno dell’edificio, come avviene nella consueta e diffusa tipologia, è costruito all’interno del muro perimetrale del palazzo. La scala è fiancheggiata da un parapetto, decorato da un motivo ornamentale a stella di diamante. Di fianco vi è un portico su massicce colonne, dietro il quale si eleva la Torre Scacciaricci, una casa-torre a quattro piani.

Parlando di Viterbo, città dei Papi, è impossibile poi non menzionare il grandioso Palazzo Papale.  L’edificio, di stile romanico, risale al 1255, mentre la loggia che lo affianca fu completata nel 1267 ed è in stile gotico. Essa poggia su un’ampia volta al cui centro è presente un pilastro di forma ottagonale che racchiude un pozzo che alimenta la fontana sovrastante. Le specchiature della vasca recano gli stemmi della famiglia Gatti, del cardinale Raffaele Galeotto Riario, di Sisto IV della Rovere e del vescovo Francesco Maria Visconti dei Settala.

Accanto al Palazzo Papale troviamo inoltre la Cattedrale di San Lorenzo. La chiesa ha un’imponente struttura romanica risalente al XII secolo anche se la facciata, a causa dei rimaneggiamenti del XVI secolo voluti dal card. Gamabara, si presenta come struttura di stile rinascimentale e per questo motivo contrasta decisamente gli edifici circostanti, di origine e stile medievale.

Altro elemento di spicco della piazza è sicuramente il Palazzo di Valentino della Pagnotta, facoltoso priore Viterbese del tardo medioevo. Si tratta di uno degli esempi più interessanti di edilizia privata a Viterbo,  costruita probabilmente nel 1278 e rimaneggiata nel 1920. Le bifore del secondo piano sono strettamente correlate a quelle della loggia del palazzo papale e sono collocate asimmetricamente rispetto agli archi sottostanti; l’arco, nella costruzione, assume un forte rilievo sia come elemento costruttivo che ornamentale.