LA TUSCIA È UN GIARDINO

PREZZO

Prezzo a partire da € 265.00

Il tour è personalizzabile in base alle esigenze del tuo gruppo

STRUTTURE

ITINERARIO

RINASCIMENTO IN TUSCIA

Giorno 1

Arrivo a Viterbo e sistemazione presso l’Hotel Salus Terme**** o presso il b&b Il Casale di Robe.

Trasferimento a Vignanello per la visita del Castello Ruspoli, altra perla del rinascimento viterbese con splendide sale affrescate e i giardini all’italiana che lo impreziosiscono.

Al termine, trasferimento nei pressi di Viterbo per una seconda colazione presso l’Agriturismo Il Marrugio.

A seguire, trasferimento a Bagnaia per la visita di Villa Lante.

Della Villa il fastoso giardino all’italiana rappresenta il momento centrale rispetto alle Palazzine gemelle, presenze discrete perfettamente inserite nel verde. Il centro ideale della struttura progettata dal Vignola è la monumentale Fontana dei Quattro Mori. Le altre numerose fontane, teatro di ingegnosi giochi  d’acqua, sono collocate nella collina sovrastante.

Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 2

Prima colazione in hotel.

Partenza per Ronciglione per la visita di Villa Lina. La Villa è stata per 5 secoli di proprietà della famiglia Leali venuta nel XVII ° secolo da Brescia per aiutare la famiglia Farnese con la gestione delle ferriere (avevano da poco costruito la meraviglia del Rinascimento: Palazzo Farnese di Caprarola a 8 km). La proprietà è stata acquistata negli anni ’20 da Ulisse Igliori che commissionò al grande architetto De Vico la ri-progettazione del giardino in grande stile. Nel 1929 donò la villa alla moglie Lina per il suo 29° compleanno! Massimo Igliori in seguito sposò Angela Lante Montefeltro della Rovere della famiglia che nel 1504 vendette ai Farnese le terre dal Lago di Vico a Caprarola, dove il Palazzo Farnese è stato costruito. La loro figlia Paola, attuale curator, ha iniziato a 20 anni, a curare Villa Lina. Artisti e studiosi hanno soggiornato qui da generazioni, come ad esempio i poeti Trilussa e d’Annunzio, il pittore Donghi con Ulisse e Lina Igliori negli anni 30.

Il giardino presenta un impianto botanico del 1790 con tanti alberi rari (33 specie) tra cui la  Sequoia sempervirens, la Magnolia Grandiflora,il  Cedrus deodaore, esemplari di flora mediterranea, corbezzoli di 200 anni, pini romani, agrifogli giganti ecc.

Un giardino all’Italiana profondamente simbolico, che si può leggere a molteplici livelli.

Trasferimento a Caprarola e tempo a disposizione per una seconda colazione libera.

A seguire, visita del Palazzo Farnese risalente al 1559-1575 e del meraviglioso parco-giardino che lo abbellisce. Il Palazzo venne eretto su disegno del Vignola, che volle imprimervi il segno della potenza della famiglia Farnese. All’interno si possono ammirare i saloni decorati dagli Zuccari e da altri celebri artisti del manierismo romano ed europeo.

Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3

Prima colazione in hotel e trasferimento a Bolsena.

Passeggiata guidata nel caratteristico borgo e visita esclusiva del Palazzo del Principe del Drago, un’elegante costruzione rinascimentale, sottostante il castello, interessante per le caratteristiche toscane della sua architettura e per un ciclo di affreschi del manierismo romano precedente a quello degli Zuccari. Di pregio il giardino pensile con numerosi limoni in vaso e il bellissimo affaccio sul Lago di Bolsena.

Al termine, cocktail offerto dalla proprietà.

Partenza e fine dei servizi.